Enzo Bianchi: Le Vie della Felicità. Recensione

Enzo Bianchi Le Vie della Felicità

Enzo Bianchi Le Vie della Felicità

 

Leggere questo libro è un piacere immenso. Il linguaggio usato è sempre colto, rigoroso, semplice ma accessibile a chiunque voglia farsi rapire dalla esperienza di vita che è l’incontro con Gesù. Nel Nuovo Testamento, la centralità dell’insegnamento del Cristo è proprio il Discorso della Montagna, che arriva a dare compimento alla Legge donata da Dio a Mosè. Nel discorso della Montagna c’è tutta la novità, la freschezza, la forza pacifica ma dirompente di Dio che si fa uomo, invitandolo ad essere in questo mondo ma non di questo mondo. Gesù invita l’uomo a diventare servo dei fratelli e ricercatore della volontà del Padre. Sia al credente che al non credente, nel libro Bianchi ricorda che vivere le Beatitudini significa diventare di Gesù e condividere con Lui già su questa terra il suo destino, abbracciando la Croce per essere derisi da coloro che amano essere invece di questo mondo. Qui è l’eterna provocazione di Cristo, fatta con mitezza, umiltà, ascolto, misericordia. Gesù, da uomo, rimane suo impareggiabile conoscitore e ci invita tutti a diventare noi stessi, ovvero veri uomini, lui che oltre ad essere vero Dio, è anche vero uomo. Il discorso della montagna è sintetizzabile nell’insegnamento che consiste nel capire e nel fare la Volontà del Padre, dando testimonianza di Carità ed amore fraterno. Bianchi ci ricorda quindi che l’amore per la giustizia, l’amore per il prossimo,l’amore per il Padre non sono altro che aspetti di un’unica vicenda: quella della ricerca di senso e felicità già in questa vita. Il messaggio originario di Cristo rimane senza tempo, insuperato per intelligenza e modernità, in barba ad ogni concezione post- moderna dell’uomo, capace soltanto di vederlo in modo immanente ma non per questo meno dogmatico.

Bianchi ci ricorda che Gesù è stato l’unico capace di rispondere alle domande eterne che da sempre e per sempre albergheranno nel profondo del cuore dell’uomo, unica origine della sua volontà ultima, ovvero quella di essere veramente felice.

 

Advertisements

Tags: , , , , , ,

One Response to “Enzo Bianchi: Le Vie della Felicità. Recensione”

  1. Antonio Romano Says:

    Un grazie di cuore ai miei cugini Giovanni, che mi ha fatto dono di questo e di altri testi di cultura religiosa, e Don Filippo anche lui generoso donatore di vari testi sull’argomento. Evidentemente entrambi confidano nel fatto che il loro cugino minore possa cogliere in pieno il senso di tanta bellezza nella Fede. Per ora posso dire che la bellezza l’ho colta nella presenza costante nella mia vita proprio di Giovanni e Filippo che, in vario modo, mi hanno accompagnato in questo percorso di crescita e di fede. A loro va il mio infinito grazie.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: