Caro Gino, ti Piace vincere facile? Votiamo con De Mita alle Regionali tutti insieme appassionatamente

http://www.irpinianews.it/Politica/news/?news=53766

il mio caro amico Gino sarà rimasto folgorato sulla via di Nusco, come san Paolo su quella di Damasco…..
Spero caldamente che la fascinazione per il dislessico di Nusco sia davvero intellettuale e politica e non linguistica…..
Certo è che vedere la morte del PDL, prima ad Ariano e poi in Campania. è davvero sconfortante.
E’ evidente che il PDL senza UDC non riesce a vincere le elezioni (ma per le ultime politiche non si è vinto da soli?), un pò come il novello sposo che la prima notte di nozze chiama l’amante della moglie per poterla soddisfare….
Non capisco perchè il PDL in questi termini non si ponga l’obiettivo di vincere da solo: o teme che l’UDC allleandosi con il morto PD possa far vincere il centro sinistra?
Una storia vecchia iniziata con le dichiarazioni di Mara Carfagna al mattino di Napoli nel febbraio 2009.
In Campania il centrodestra vuole vincere con il vecchio: con i De Mita, Zecchino, Mastella. Mi viene da vomitare in tedesco…..
Proprio vero, non volevo crederci ma è cosi. Il PDL è la vecchia democrazia cristiana, altro che nuovo!!!!
e che facciamo dopo anni di militanza antidemocristiana votiamo una destra democristiana?
Capisco allora i disagi della Lega….. se queste sono le prospettive del SUD per il futuro concepite dalle classe dirigente locale, penso che alle prossime regionali sia più lecito votare per Francesco Schiavone……. ha almeno un percorso più coerente…..
Advertisements

Tags: , , , , , , , , , , ,

8 Responses to “Caro Gino, ti Piace vincere facile? Votiamo con De Mita alle Regionali tutti insieme appassionatamente”

  1. Antonio Romano Says:

    Il problema è di sapere cosa fare per creare un nuovo Centro Destra in Italia ed in Campania, che faccia riferimento alla nobile tradizione conservatrice italiana, e che guardi al futuro tagliando qualsiasi legame con gli elementi deteriori della politica passata. Sembra un concetto semplice ma mi pare che invece la stasi mentale sia comunque superiore.

  2. Antonio Romano Says:

    http://www.irispress.it/Iris/page.asp?VisImg=S&Art=54925&Cat=1&I=immagini/Politica/CASINI.jpg&IdTipo=0&TitoloBlocco=Politica&Codi_Cate_Arti=27

    E’ chiaro che Casini vuole la morte del PDL e ritagliarsi un ruolo che è fuori dalla Storia. Riproporre la Democrazia Cristiana ed il suo ruolo egemone ed autoritario all’interno della società italiana. Dopo la dittatura della DC adesso la dittatura dell’UDC. Altro che bipartitismo, bipolarismo o democrazia dell’alternanza. Tendiamo verso il monopartitismo, il monopolarismo la democrazia già vista in 50 anni di storia italiana. In questo particolare momento storico penso che la via d’uscita sia un rafforzamento del PD, o meglio una sua seria costruzione tralasciando l’antiberlusconismo e presentando delle proposte serie per il paese e non questa stronzata che blocca la politica italiana da 15 ormai. Dall’altra un rilancio sia dell’azione politica del PDL che dell’azione del governo Berlusconi. Non entro nel merito dell’azione di governo. Mi limito alla questione politica del PDL. C’è la necessità di strutturare il partito meglio e di più sul territorio, dal Nord al Sud per far si che l’azione unitaria del Centro Destra sia sostanziale e non di facciata. Alleandosi al Nord con la Lega e al Sud con l’UDC MPA e compagnia cantando, il PDL viene meno ad un suo valore fondante ovvero la difesa dell’unità nazionale sia vien meno ad un principio fondamentale della Costituzione, ovvero la rimozione delle differenze formali e sostanziali dei cittadini sia come singoli sia come appartenenti a gruppi e comunità. Si alla valorizzazione delle specificità regionali, no all’esasperazione dei localismi e l’abbandono del territorio a potentati locali che nulla hanno a che fare nè con la spinta propulsiva che il PDL ha dato alla politica italiana nè con il futuro di questa nazione. Penso che se Berlusconi ama l’Italia cosi come il Centro Destra debba porre seriamente la questione della leadership dopo di lui, spero quindi nel 2011 a due anni dalle prossime elezioni politiche.
    Il PDL dovrà vincere da solo ovunque se vuol essere un partito davvero al servizio del paese. Per vincere deve sviluppare non solo una forza elettorale adeguata superiore a quella attuale, ma soprattutto una forza nelle idee che passi o per nuove proposte o per nuovi leader.
    Attenzione alle regionali del 2010: allearsi con l’UDC ( che evidentemente non vuole allearsi con il PDL) significa tradire lo spirito del PDL e vedere la morte prematura di un serio progetto politico moderno della Destra Italiana.

  3. Antonio Romano Says:

    http://www.corriere.it/politica/09_settembre_16/casini_berlusconi_porta_vespa_rottura_2a8dcc5a-a285-11de-a7b6-00144f02aabc.shtml

    quella della rottura fra Casini e Berlusconi è una splendida notizia. Per quanto l’UDC sia in crescita penso che il PDL debba mantenere la coesione e puntare a rafforzarsi nel paese, correndo ad esempio da soli alle Regionali. Con buona pace degli amici di Ariano che ad Avellino sperano in alleanze con il rais di Nusco

    https://antonioromano75.wordpress.com/2009/09/10/caro-gino-ti-piace-vincere-facile-votiamo-con-de-mita-alle-regionali-tutti-insieme-appassionatamente/

    Tanto Zecchino ha detto che la contrapposizione fra aree interne e aree costiere è una bufala clamorosa…… in fondo voglio credere per una volta al Presidente Biogem…..
    Una cosa è certa: il PDL in Campania deve guardare molto alle zone interne……. tanto i rappresentanti non mancano….. si spera almeno….
    Che sadda fa per vedere la propria terra sempre in auge!

  4. attenzione Says:

    Caro Romano, la tua attenzione a volte fa un pò acqua e i tuoi post appaiono sempre meno commentati, ma il mio è un sfottò benevolo, non inalberarti come sei solito fare. Zecchino all’inaugurazione della settimana sulle due culture(a proposito tu a quale senti di appartenere?), non ha detto a proposito della contrapposizione zone costiere vs. zone interne(cito il tuo testo)”è una enorme bufala”, sei sempre attento ma mi cadi sulle parole più chiare sentite in quella serata; ai ai, inizi a perdere colpi o il tuo stile è quello di dire la cazzata più grossa? Zecchino ha detto che non c’è ragione plausibile di continuare ad alimentare la conflittualità zone interne, fascia costiera. Tant’è che a Bassolino ha ricordato che le nostre aree non possono essere ricordate per la presenza di territori da adibire a discarica.
    Lo dico per amore della verità, altrimenti qualcuno può pensare tu dica cose serie.

  5. tUOnAnDoVi(nceremo?) Says:

    Scrivero’ qui il primo poemetto di una serie di poemetti:

    Trovasi un bel di’ il Ualano
    dalla parte del Patrone:
    via la zappa ed il pastrano
    ora lui è democristiano.
    Lancia in spalla e forte Scudo
    ei si crede cavaliere
    ma se messo bene a nudo
    resta sol palafreniere.
    “Viva viva il duce Ortensio
    popolare dichiarato!
    di cui, senza avremma asciuto
    fori da lu simminato!
    Dalla parte del patrone
    ho capito non giacchè
    nun chiamatemi Uarzone
    ma piu’ nobile Lacchè!
    Franzitiello un di’ mi Fece
    che se avrebbo visto bene
    (non si avesse defilato
    e mi avrebbo ancor aiutato),
    lotterei per l’ideale
    della trippa personale
    e gridassi ad ogni preta
    Viva Franza Urrà l’Urneta.
    Ma giacchè comme dicevo
    l’abbucato s’è scucciato
    e Ortensio è pigliato pero
    io quà m’aggio sistimato.
    Cu li Zzocchile in caggiola
    ca al Bioggèm cura Baviello
    vuo’ verè ca mi riesce
    di piazzà cocche mastriello?

    IN CONCLUSIONE:

    A simminà senza mutore
    ea buono puru Munsignore
    ma pi fatià la terra nzista
    ci vuonnu muturi e tratturista.
    (Dal Vangelo secondo Michele lu prèv’te)

    .

  6. angelx Says:

    peccato. è vero che i post sono commentati sempre meno ma se tutti i post fossero come quello che cè sopra non servirebbero commenti! anto’ impara! 😉

  7. Antonio Romano Says:

    Angelx non ho capito il senso di quel che dici… puoi esprimerti meglio?
    Il mio obiettivo non è farsi commentare, ma invitare i lettori a pensare ed eventualmente dire la loro. Ora, o le persone non leggono, o leggono e non sono interessate, oppure non hanno argomenti oppure non sanno scrivere.
    Del resto a me che la gente legga o meno, me ne può fregà di meno.
    L’obiettivo del blog è stato raggiunto un sacco di volte, per cui sono onorato se leggete, totalmente indifferente alle vostre polemiche sterili che non incrementano la discussione. Del resto il blog di Antonio Romano vuole essere questo: uno spazio di discussione dove io sono al pieno servizio degli utenti. Ma non pretendo che molti di voi capiscano, del resto siamo sempre ad Ariano…ancora vi ni jate di capo!

  8. Antonio Romano Says:

    l’importante è stato ricevere le osservazioni di Gino, come sempre precise e puntuali. Questo è importante! Jateve corca a lu biogem!
    Devo dire che il convegno di Zecchino è stato molto interessante. La struttura è molto bella non c’ero mai stato.
    Belle pure le foto di Zecchino meno quella della nidata dei topi!!!
    In questo Zecchino è molto bravo: forse è il carattere che lo penalizza….. fosse un pò meno aperto agli yesman della sua corte e più aperto alle persone non allineate, forse staremmo tutti meglio…..
    MITICO IL SUO INCIPIT: se la smettiamo con questo brusio di fondo possiamo anche incominciare!
    Buonasera, buon pomeriggio, benvenuti! Niente! ahahahah mitico Zecchino mi stai sempre più simpatico!
    Da segnalarsi la solita sparata del cafone con mansione di uccisore di topi:” E tu che ffa lloche, picchè ndi ni va?”
    Il BIogem si apre alla città! ahahah

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: