Ragioni della Politica e buoni motivi per non candidarsi

In queste giornate calde di maggio, si sta consumando la fase preliminare di questa strana tornata elettorale. Senza Centrodestra con il Mago di Oz agguerrito a divenire leader del PDL in comune. Certo è che il suo progetto può avere una prospettiva di realizzazione, visti i suoi contatti con i vertici provinciali e regionali e nazionali. L’ex ministro di D’Alema destinato a divenire luogotenente della destra arianese: al senso del ridicolo e a quello del pudore in questa epoca non c’è limite. Vorrei rispondere indirettamente a quelli che mi hanno chiesto perché non mi sono candidato e quelli che mi hanno criticato perché prima di parlare dovrei confrontarmi con l’agone politico. Ai secondi rispondo con la mia solita rudezza dicendo che penso di essere abbastanza evoluto per pensare che la società è cosi complessa che la sua gestione non possa essere limitata alla sfera politica: quindi non pretendo di essere capito dai trogloditi. A quelli che mi hanno chiesto perché non mi sono candidato devo invece dare una risposta adeguata ad una domanda molto seria e precisa. Vedendo la pletora di liste e candidati, molti dei quali giovani, sono arrivato alla banale conclusione che per molti se non per tutti la politica non è servizio, ma un modo per sistemarsi. Ci si scanna come maiali pur di ambire ad un posticino in questo angusto mondo. Se parlassimo di ragazzi sgrammaticati senza prospettive occupazionali, potrebbe anche avere un senso. Ma visto che molti candidati sono laureati o anche aspiranti professionisti, vorrà dire che non si sentono in grado di intraprendere un percorso professionale libero ed autonomo. Certo difficile e lungo ma che per beneficio può portare la piena realizzazione di sé. Se questi candidati non credono in loro stessi, come potremmo noi corpo elettorale credere in loro? C’è un problema di coerenza temporale e di comunicazione non verbale. Sapete che sono in fondo un anarchico di destra, che ama l’ordine ma non l’ordine costituito, le istituzioni ma non le persone che lavorano nelle istituzioni e non per le istituzioni. Ho ancora un’idea romantica della politica e dell’impegno, e penso che una persona non possa impegnarsi per più di due mandati. Sono per la grande politica anche nelle amministrazioni locali. Come dice Bill Clinton in “Dare di più. Come ciascuno di noi può salvare il mondo” l’impegno di ognuno può avvenire a diversi livelli. Forse quello più importante è proprio quello locale, dove le persone vivono la quotidianità e si trovano di fronte ai problemi seri, che non quelli spesso lontani affrontati dalla politica nazionale o internazionale. Sento di non candidarmi perché ho un mio percorso professionale da difendere e continuamente realizzare, sento di non candidarmi per difendere un’idea diversa di socialità e solidarietà sociale e privata. Sento l’esigenza di non candidarmi perché la politica è cosa seria e per svolgerla al meglio bisogna essere preparati. Sento l’esigenza di impegnarmi comunque perché mi sento sempre parte della società civile, con le mie battaglie personali, con il mio lavoro, con la mia sensibilità. Del resto il lavoro di redazione e diffusione del mio blog rappresenta il dono che costantemente faccio del mio tempo alla comunità. E poi penso che in una realtà libera debba esserci un bilanciamento di poteri. C’è bisogno di una classe politica seria ed autorevole sia al potere che all’opposizione, di una stampa libera e non soggetta alle pressioni o dissuasioni morali dei potentucoli locali, come c’è bisogno di una classe di liberi pensatori in grado di provocare o irritare, di far pensare e far riflettere le persone. Mi sono ritagliato questo ultimo ruolo senza raccomandarmi a nessuno, ma cercando sempre il consenso di chi impietoso ha l’opportunità ed il tempo di leggermi. I miei pochi lettori sono il mio padrone, coloro per i quali ho maggiore attenzione. In fondo sono animato da un amore disinteressato per il paese di mia madre, ma forse i miei concittadini ancora non hanno capito cosa significhi amare senza interesse.

Advertisements

Tags: , , , , , , , , ,

5 Responses to “Ragioni della Politica e buoni motivi per non candidarsi”

  1. andrea la vita Says:

    Sei un grande.

  2. 6 il nulla Says:

    non si è mai capito qual’è il tuo mestiere!!!

    questi risultati di cui tanto ti pregi non sono nè visibili nè tangibili.

    guagliò, mittiti a fatià che fai un bene alla comunità.

    cmq bello il tuo ipotetico programma elettorale. ma tu ti saresti votato?

    il vero motivo per cui hai scelto di non candidarti sta nella codardia di

    attaccare sempre e comunque indiscriminatamente tutti e nella

    consapevolezza di non ricevere neppure il voto della mamma…

    come diceva una vecchia amica…

    guagliò stipate sta vocca pe le ffico…

  3. Antonio Romano Says:

    Caro 6 Il Nulla,
    i risultati non visibili al tuo sguardo sono tangibili in realtà nella stima e nella riconoscenza delle persone, ed inoltre nella continua disponibilità che mi accordano. Quale sia il mio mestiere? Sarebbe difficile spiegarlo, anche perchè sono ricercato dalla polizia e dalla criminalpol.

  4. vincenzo musto Says:

    guagliò,concordo pienamente con my dear friend Tony Romano:6 veramente “il nulla”….e mi chiedo:ma l’avraje mai vista na fica?????!!!!!!!……stipat’ la vocca pe nun fa rir’a li polli….e a li CRISTIANI***

  5. casta raffaele Says:

    Caro sei il nulla, chi sei? che vuoi da ndonio? l’amico antonio nelle sue convinzioni si firma sempre per nome e cognome. i veri codardi sono quelli che si nascondono dietro gli acronimi….SEI IL NULLA. CARO ANTONIO SEI UN ECCELLENZA DEI NOSTRI TERRITORI QUINDI TI INVITO A PUBBLICARE IL TUO CURRICULUM E LE TUE COMPETENZE MATURATE IN CONTESTI TRANSNAZiONALI. NDO DO VA?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: