Come to Calabria

http://www.corriere.it/gallery/Cronache/vuoto.shtml?2009/02_Febbraio/taxi/1&3

 

Molto simpatica questa iniziativa presa dalla Regione Calabria.  Londra rappresenta sicuramente una piazza interessante per poter attrarre turisti da tutto il mondo e non solo dal Regno Unito.

Certo se fossi un turista che gravita su Londra, sarei un tipo molto esigente per quel che riguarda ospitalità, rapporto qualità-prezzo dell’offerta turistica, sicurezza, fruibilità delle strade e delle infrastrutture.

Molti operatori anche pubblici pensano che basti la pubblicità a far decollare le iniziative. Se dietro una promozione non c’è un prodotto serio ed affidabile, la pubblicità o promozione può avere un effetto boomerang. E qual è il prodotto sottostante che sto analizzando? La Regione Calabria: i suoi aeroporti, le sue strade, le sue autostrade, la cortesia dei suoi abitanti. C’è tutto questo? Invito gli amici ed i parenti calabresi a commentare.

Advertisements

Tags: , , , , , ,

16 Responses to “Come to Calabria”

  1. andrea la vita Says:

    Caro Antonio, la regione Calabria rappresenta secondo me insieme alla Campania il classico esempio di spreco italico. Due regioni pessime sotto tutti i profili, infrastrutturali, politici, gestionali e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.Se aggiungi che queste farse pubblicitarie altro non sono che un modo ignobile di spendere i contributi europei, che dovrebbero servire ad altri fini, ecco che il quadro e’ completo. Io vorrei organizza una pubblicita’ al contrario, incitando la gente a non andare in questi luoghi, sicuramente belli dal punto di vista paesaggistico, ma certamente squallidi a cominciare dai personaggi che ci vivono, che non hanno alcuna capacita’ imprenditoriale, se non quella di imbragliare, di deurabere turisti ignavi che vi si recano per una volta e che mai piu’ vi faranno ritorno.Ci sono strutture fatiscenti, a cui le connivenze politiche attribuiscono stelle che non meritano, con prezzi altissimi e con personale scortese ed ignorante degni rappresentanti della loro arida terra. Se paragoni tali strutture alle parimerito(a livello di stelle non di qualita’ ovviamente) spagnole o di altri paesi europei e non, allora il quadro e’ completo. Sara’ che odio la Calabria ed i calabresi come tu odi i napoletani(odio condiviso) ma spero tanto che quella schifosissima regione continui ad arretrare insieme ai suoi degni abitanti.

  2. fabio Says:

    Andrea.. non mi spreco neanche in inutili arringhe per rispondere alle tue insensatissime parole. Cinque però te le dico: Vai a fare in culo!

  3. Fabio CS_75 Says:

    Andrea,
    io sono calabrese.
    Il tuo odio verso la mia terra, potrà suonarti strano, lo comprendo. Bada bene: ho detto di comprenderlo, non di condividerlo.
    Di fronte ad una delle regioni più povere d’Europa (in base al PIL siamo penultimi in Italia), con un tasso di criminalità molto elevato ed un degrado sociale evidente, probabilmente, da non-calabrese ipotetico, mi indignerei anch’io.
    Però, per fortuna, sono calabrese. Ed in base a questo privilegio posso solo dirti che la tua è un analisi sociale deludente, da scolaretto di prima elementare, che guarda solo alla superficie delle cose.
    Se tu non misurassi le virtù di una comunità solo in base al PIL o alla vocazione imprenditoriale, facendo un tour come si deve giù da noi, ti accorgeresti di quanta ricchezza non solo paesaggistica, ma anche naturalistica, storica e umana è presente in questa martoriata terra.

    Certo, una minoranza consistente della nostra gente si trova in condizioni sociali, economici e culturali oggettivamente molto difficili.
    Ma c’è una maggioranza che ogni giorno combatte per migliorare questa condizione di arretratezza. Combatte. A volte riesce anche a spuntarla, altre no.

    Non voglio dilungarmi oltre parlando delle origini e cause di tanto degrado sociale. Se vuoi, però, su questo argomento posso diventare un fiume in piena.

    Per il momento, un solo consiglio.
    Non fidarti solo delle apparenze: prima di fare certe pesanti affermazioni, informati bene, se necessario vai sul campo, ed analizza bene la realtà che ti sta di fronte.

    Firmato: uno schifosissimo abitante della regione Calabria.

  4. Calabro Says:

    Confermo… la Calabria è una terra di merda!!!!!! Non potete dire che sono razzista e che sono superficiale in quanto sono calabrese e vivo in questa fottutissima regione da tempo e conosco approfonditamente la sua realtà!!
    La cosa peggiore so come pensano e agiscono i calabresi.
    Ci siamo impegnati molto ultimamente: abbiamo superato i napoletani (altra bella roba!!!), pensa dove siamo arrivati…!!!!!

  5. Mic Says:

    la calabria fa schifo! ma chi l’ha creata??!!!

  6. Mic Says:

    ODIO LA CALABRIA!!

  7. kikka Says:

    odio la calabria!!! la migliore amica del mio ragazzo è clabrese ed è una vera sgualdr..na!! fa di tutto per apparire, la sua frase tipica(un detto calabrese) amici con tutti fedeli con nessuno… ma che razza di mentalità è?????
    in piu promettono promettono, e alla fine… nun te danno u cazz!! ma pretendono!!!

  8. italiano Says:

    io ho a che fare con i calabresi ogni giorno e a parte qualche rara eccezione sono tutti uomini di merda, vogliono prevaricare su tutti minacciando come se fossero perenni ragazzini alle giostre che vogliono far rissa e io ho a che fare con gente di 40 e 50 anni.
    Gente che non cresce, gente stupida che anche se nasce al nord vuole e si ostina a parlare in calabrese solo per tentare di far paura… che pena…..
    ogni loro idea è sbagliata, ci fosse una volta che un loro ragionamento fila…. credono di essere dio sceso in terra ma non sanno dimostrare nulla….. se anche dimostri loro che hanno sbagliato in modo evidente, non ammettono l’errore , gridano sbraitano, minacciano, i migliori se ne vanno senza chiedere scusa…… starei qua ore ed ore a portare esempi ma perder tempo per questa gente è da stupidi quindi chiudo qua…..

  9. FabioCS_75 Says:

    Calabro, Mic, Kikka, Italiano.
    Presumo, da ciò che scrivete, che (escludendo ovviamente Calabro) voi non siate calabresi.
    Quindi, seguendo i vostri pseudo-ragionamenti, non dovreste essere “presuntuosi, arroganti, stupidi, etc…” come noi poveri sub-normali calabri.
    Eppure…nessuno di voi ha scritto una riga di commento sul mio post dell’aprile 2009.
    Nessuna argomentazione, nessun dibattito, nessuna replica.
    Solo sensazioni, impressioni ed odio sviscerato come adolescenti alle prese con le prime eruzioni cutanee.
    Complimenti per le vostre opinioni raffinate e le analisi sociologiche da bar dello sport.

    p.s. E’ la prima volta che sento il proverbio “Amici con tutti fedeli con nessuno”….e sono cosentino! Probabilmente quello che ha riportato l’acuta “kikka” è un proverbio più siciliano che calabrese, ma….ah già….io sono calabrese e sono ignorante e soprattutto stupido (come riportato dal gentleman “italiano”)…quindi avrà sicuramente torto.

  10. giulia Says:

    La calabria sarà pure una terra bellissima, peccato per i suoi abitanti che appena possono te la mettono nel c***o. sono stata amica di diversi calabrasi per diversi anni, e tutti, ripeto TUTTI si sono rispecchiati nella frase citata da Kikka “amici con tutti, fedeli con nessuno”. Gente che non sa discutere civilmente, tantomeno in lingua italiana. Che fa i suoi porci interessi e si lamenta se poi viene scansato dalla società! calabresi fate le cose onestamente invece di cercare di fregare sempre il prossimo! la prima cosa che va cambiata è la vostra MENTALITà!! mi dipiace solo per quei rari esempi (che spero vivamente esistano) che cercano di vivere onestamente e che escludo da questo mio commento.

  11. Dario Says:

    Greci eravamo e greci resteremo chiusi verso il prossimo e riluttanti al cambiamento, dipendenti dal bel tempo estranei alla cultura del lavoro, melanconici, nostalgici, pessimisti, fondamentalmente legati a un dio punitore
    timorosi e scellerati, disobbedienti, testardi, ansiosi e in apprensione per noi stessi lamentosi, filosofi spaccacapello in quattro e inconcludenti. mai tendenti allo sviluppo perchè ci fa paura ed è meglio che le cose anche se ci danno problemi restino come sono, dipendenti dagli uomini forti e carismatici anche se poi non siano dotati del logos non importa l’importante e che siano dotati di astuzia e dell’onore di vivere sacrificando i normodotati d’intelletto per la propria causa, gente che li difende e muore per loro, gente che vive per morire difendendosi, gente che vive giusto per vivere, gente tra la gente, gente da niente. l’importante e ccà dumani nescia llu sule. chi ha capito ha capito. io a 24 anni ho capito questo e ho voglia di scappare via da ciò. Saluti.

  12. gianfrancovv Says:

    Calabria: la cosa che più odio ma che allo stesso tempo amo.
    Certo la vorrei ricca di infrastrutture e che permettesse a tutti i calabresi onesti di lavorare degnamente e onestamente piuttosto che portare ricchezza altrove.
    Vivo con la speranza di poterci tornare un giorno.

  13. ciccio Says:

    calabria e calabresi sono il cancro d’Italia.
    una vera merda.
    Vi odio.
    morite tutti, merde!!!!!

  14. Anonymous Says:

    fino a che’ non cambia la la politica del magna magna di giudici e avvocati la calabria non cambiera’ mai

  15. mario Says:

    ricordo ai cari amici del nord il delitto maso chè uccise i genitori per andare in discoteta etc,riflettete ,gente,riflettete.

  16. mario Says:

    Il problema sono i Calabresi, arroganti.
    Manco un buongiorno quando entri nei bar, ti guardano male e si credono sempre superiori.
    Mi spiace dire certe cose, ma conosco parecchi calabresi al nord, sono stato in calabria per lavoro e mi sono trovato malissimo. Ti guardano dall’alto in basso, non ti considerano un ospite ma un intruso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: