Sembra quasi che il Formicoso sia una battaglia del PD Irpino

http://www.irpinianews.it/Politica/news/?news=36301

Leggendo l’articolo di Irpinianews di cui sopra, sembra che il direttore Manuela Di Pietro voglia mettere in evidenza che il Formicoso sia una battaglia contro le destre, un attacco alla gestione berlusconiana della vicenda. Sulla quale possiamo dissentire su molti punti, certamente.

Vogliamo però ricordare all’anonimo corsivista ( ma possiamo sicuramente far riferimento al direttore) che la solidarietà per riceverla bisogna darla. Ed io ricordo che in una riunione pubblica tenuta a Bisaccia ad inizi 2008 e presieduta da Franco Arminio, i vari Carmine Casarella, Peppino Solimene, Marcello Arminio pur paventando l’attenzione sul Formicoso pensavano  che l’apertura della discarica di Pustarza avrebbe rallentato l’iter per Formicoso: forse per questo non hanno mai partecipato ad Ariano. In questo modo gli arianesi definiti fascisti dall’allora presidente De Simone avrebbero pagato per essersi messi contro il Rais De Mita e per essere l’unica amministrazione di Centro Destra in Irpinia.

Al Bivio di Villanova venne Franco Arminio e qualche amico della Comunità Provvisoria: li ho dovuti pregare io personalmente più volte, quasi a fare l’elemosina.

Se i sindaci presenti si lamentano dei sindaci assenti, chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Pustarza è stata voluta da De Mita, De Simone e l’amministrazione di Centro Sinistra proprio per difendere il collegio di pecorai nel quale è incluso Pero Spaccone.

Strumentalizzate le cose in maniera politica? Vi muovete a convenienza dove il padrone vi getta l’osso?

Cosa volete pretendere allora? Come si dice a Roma: ” A chi tocca nun se ‘ngrugna!”

Advertisements

Tags: , , , , , , , ,

8 Responses to “Sembra quasi che il Formicoso sia una battaglia del PD Irpino”

  1. FRANZ Says:

    Ho percepito molto limpidamente da persone dell’ Alta Irpinia la loro felicità quando l’anno scorso si decise che la discarica doveva farsi a Savignano. Dicevano: “In un posto si dovrà pur metterla!!”.

    Invece di unire tutta l’irpinia e mostrarci favorevoli alla gestione rifiuti solo provincialmente, abbiamo assistito ai soliti teatrini della politica.
    L’importante all’epoca era chi doveva risiedere nella sede ex Margherita di Avellino. Era decidere se andare con De mita o NEl Pd.
    Tu sei andato con De mita? o sei rimasto nel PD
    Allora dico una cosa, A STO PUNTO MILLE VOLTE meglio BERLUSCONI.

    NON TENIAMO LA SPAZZATURA IN MEZZO ALLE STRADE.
    NON ASSISTIAMO AI TEATRINI POLITICI DEL CAZZO.
    NON DOBBIAMO ASSISTERE A SOLIMINE CHE FA FINTA CHE E’ CONTRO E POI NON SI DIMETTE DA NIENTE.

    SONO A FAVORE DI BERLUSCONI, SONO FAVOREVOLE AI TAGLI NELLE COMUNITA’ MONTANE,
    SONO FAVOREVOLE AI TAGLI NELLA SCUOLA.
    SAREI FAVOREVOLE A TAGLIARE ANCHE I DIPENDENTI ALLA REGIONE CAMPANIA CHE NON FANNO UN CAZ..
    – FAVOREVOLE A TAGLIARE E INVESTIRE NELLA RICERCA E SVILUPPO, AZIENDE, INVESTIMENTI TECNOLOGICI, INVESTIMENTI SUL CAPITALE UMANO, RICERCA SCIENTIFICA DI TUTTI I GENERI.
    PAGHIAMOLI QUESTI RICERCATORI UNIVERSITARI, PERCHE’ SONO BRAVI!!!!! UN RICERCATORE UNIVERSITARIO DOVREBBE ESSERE PAGATO 3000/4000 EURO AL MESE SE E’ BRAVO. INVECE HA SEMPRE UN CONTRATTO PRECARIO E PRENDE MENO DI UNA MAESTRA DI SCUOLE ELEMENTARI.
    E’ FINITA L’ERA DEI SESSANTOTTINI DEL CACCHIO, che HANNO ROVINATO L’ITALIA.
    A LAVORARE!!!!!
    e COME DICE BOSSI: Ma come mai in provincia di Avellino ci sono cosi’ tanti ispettori delle belle arti? Che cacchio fanno?
    MI SONO SCOCCIATO DI LAVORARE PER 3 PERSONE.
    IO LAVORO E GLI ALTRI SI GRATTANO LE BALLE.

    CIAO ANTONIO
    SCUSA LO SFOGO

  2. GIOVANE DELUSO Says:

    POi cos’altro ha rovinato la sinistra?
    “Tutta colpa delle minigonne,nooooo,pure del grammofono”da Ricomincio da 3.

  3. antonio de luca Says:

    Assurdo! Questa è l’unica parola che rimbomba nella mia testa in questi giorni della protesta sul Formicoso. Chiariamo subito le cose io sono favorevole alla discarica sul Formicoso. Rimando ad un altro intervento le ragioni tecniche, che posso e so spiegare. Quì il discorso è politico. Allora partiamo da un assunto fondamentale: se c’è una discarica che non si doveva realizzare, questa è quella di Pustarza, punto e basta! Io sono di Grotta, quindi il Formicoso o Pustarza dal punto di vista logistico è lo stesso. Il problema ancora maggiore è che c’è un partito che fa finta di essere paladino degli irpini. Lo dico a malincuore, ma se la classe dirigente ch evuole sostituire De Mita, è rappresentata dal PD allora stiamo freschi! Tutti parlano a ruota libera: De Luca, da ignorante quale è, indica le cave. Insomma sono tutti della camorra, senza dire che esiste un problema geologico. La De Simone, che cosa la commentiamo a fare, è un essere inutile all’umanità, genera a cui tra l’altro ella non appartiene. Franco Vittoria, il segretario del PD che non si sa bene che lavoro faccia. Infine il PD ha scelto di essere anche il partito dei sindaci, scegliendo come suo portavoce il sindaco del mio paese. Se avete letto l’intervista a doppia pagina dello scandaloso OTTO PALLE (otto pagine), questo ha il coraggio di parlare di questione ambientale e di clientele. Allora per inquadrare il personaggio vi invito a guardare il blog http://grottaidv.ilcannocchiale.it ! Ve lo descrivo: si narra sia dipendente regionale, intanto non va a lavorare mai, sindacalista, vandendo la vita di operai, cassiere, impiegati ed altro. Parcheggia nei posti riservati ai portatori di handicap, anche avendo una figlia sulla sedia a rotelle, fuma durante i consigli comunali. Minaccia tutto e tutti, insomma una persona indegna di uscire da casa propria che è il nostro pirmo cittadino. Ora che fa…. si lancia ad essere referente provinciale del PD e Come tutti gli iscritti a questo partito di idioti lancia accuse a Berlusconi. Scusatemi ma chi ha governato la regione negli ultimi 15 anni?

  4. R.CASTAGNOZZI Says:

    RICORDIAMO ALLA DE SIMONE LA MANIFESTAZIONE CHE VIDE OLTRE DIECIMILA UFITANI SOTTO IL SUO DUCATO PER PROTESTA…PERCHE’ ALLORA NON SCESE TRA LA GENTE? E PERCHE’ NON SI VIDERO I SINDACI DELL’ALTA IRPINIA ORA PRESENTI IN DIFESA DEL FORMICOSO?
    MA IL PD IRPINO DOVE CAZZO ERA?

  5. Antonio. Says:

    questa discarica sarà la fine della politica demitiana……

  6. Vittorio D'Antuono Says:

    Credo con ragionevole convinzione che questa discarica, se si farà, sarà il compimento d’una fine annunciata per l’Irpinia. E con Irpinia mi riferisco alla romantica irpinia d’Oriente. Fine annunciata dal demitiano crollo che attendevamo da tempo. Una faccenda che puo’ far piacere o meno a seconda delle opinioni personali. Resta il dato rilevante d’una disfatta epocale per il Pd irpino e per i suoi esponenti, non certo per i nostri. Irpini non siamo, se non sulla carta. Tagliati fuori dallo pseudosviluppo avellinese, dalle nuove rotte commerciali, dalle agende di chi conta e di chi contava. Al nostro scempio, con rabbia, rispondiamo visceralmente che l’Irpinia d’Oriente, dimentica dei suoi cugini, non fratelli, meritava tutto questo. Ma la ragione è nella testa, non nelle viscere. Forse è questo il dato su cui riflettere davvero. Staremo a vedere dal nostro perpetuo territorio dell’attesa: a noi già è stato fatto quanto ci aspettavamo da costoro. Se un nuovo sversatoio sarà per i fedeli figli d’Irpinia spetterà a chi di dovere dirlo. Ma che non ci si chieda di manifestare in favore di nessuno. Silenti osserveremo. E basta. Senza rabbia, senza viscere, ma con un po’ di testa.

  7. gianmichele lombardi Says:

    FRANZ tra poco non ci sarà neanche più l’ispettorato delle belle arti e, se non te ne fossi accorto, anche la democrazia che tanto ha decantato il tuo padrone è un fascismo su misura. Tu sei una pecora che non vede nulla oltre al tg4 e studio aperto e non sei capace di fare un minimo di ragionamento in un’ottica politica che, è evidente, non conosci neanche minimamente. Detto questo vai a leccare il culo al tuo schiavista ed al suo alleato (solo per convenienza) che a malapena sa che Avellino si trova in Campania. Stiamo tutti a vedere la famosa meritocrazia del centrodestra e lo smantellamento dello stato e della democrazia a cosa ci porteranno. Di fronte alla dittatura siamo tutti impotenti, si sa. Magari ci scappa un pompino da qualche minitro, questo nella migliore delle ipotesi. Vi invito a guardare in Regione Sicilia come il pdl ha applicato il principio di meritocrazia nel sistemare le proprie famiglie fino al terzo grado di parentela negli apparati regionali e ministeriali. Solo i coglioni possono credere che questi politicanti-mafiosi-indagati del centrodestra, assoldati da uno schiavista e messi in parlamento solo per premere un bottone come dei robot, abbiano la minima percezione dei veri problemi del paese; oltre a tutelare la casta degli industriali schiavisti non conoscono null’altro. Complimenti a voi che l’avete votato questo sistema di merda, da noi continua ad arrivare solo morte e munnezza, e nonostante qualcuno ci abbia liberato dal tanto odiato de mita la riconoscenza va sempre al peggiore: il nano dittatore. Fottiamoci tutti e moriamo stado a guardare.

  8. Vittorio D'Antuono Says:

    Approfittando di non essere fragilissimi di cuore
    andiamo all’altro mondo bighellonando un poco
    perchè forzando il passo succede che si muore
    per delle idee che non han più corso il giorno dopo.

    Ora se c’è una cosa amara, desolante
    è quella di capire all’ultimo momento
    che l’idea giusta era un’altra, un altro movimento
    moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta
    ma di morte lenta.

    Gli apostoli di turno che apprezzano il martirio
    lo predicano spesso per novant’anni almeno.

    Morire per delle idee sarà il caso di dirlo
    è il loro scopo di vivere, non sanno farne a meno.

    E sotto ogni bandiera li vediamo superare
    il buon matusalemme nella longevità
    per conto mio si dicono in tutta intimità
    moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
    ma di morte lenta.

    A chi va poi cercando verità meno fittizie
    ogni tipo di setta offre moventi originali
    e la scelta è imbarazzante per le vittime novizie
    morire per delle idee è molto bello ma per quali.

    E il vecchio che si porta già i fiori sulla tomba
    vedendole venire dietro il grande stendardo
    pensa “speriamo bene che arrivino in ritardo”
    moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
    ma di morte lenta

    E voi gli sputafuoco, e voi i nuovi santi
    crepate pure per primi noi vi cediamo il passo
    però per gentilezza lasciate vivere gli altri
    la vita è grosso modo il loro unico lusso
    tanto più che la carogna è già abbastanza attenta
    non c’è nessun bisogno di reggerle la falce
    basta con le garrote in nome della pace
    moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta,
    ma di morte lenta.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: