Il PD irpino (e non irpino d’oriente) al lavoro: chi figli e chi figliastri!!!!!!!!!

http://www.irpinianews.it/Politica/news/?news=35251

Mi complimento sinceramente con Franco Arminio per la passione con la quale difende il suo territorio e per la capacità davvero rara di movimentare le persone.
Cosa unica che ammiro con sincerità, come mio solito. é chiara la sua collocazione per la questione delle discariche: si alle discariche in Irpinia, no alla discarica sul Formicoso.
Una posizione legittima certo, ma che non condivido.
Ammiro un pò meno invece la capacità dei dirigenti del PD irpino (ARMINIO IN QUESTO CASO NON CENTRA NULLA) di muoversi ad orologeria, più per ragioni elettorali che per ragioni oggettive di difesa del territorio irpino tutto.
Ma si sa, in politica vince chi ha la capacità di strumentalizzare le questioni.
Mi auguro certo che una nuova discarica in Irpinia non si faccia, ma certo la serietà dell’impegno politico avrebbe imposto lo stesso impegno dei dirigenti del PD nelle vicende di Difesa Grande e Pustarza. Una cosa mi chiedo: ma cosa diranno Alberta De Simone e Peppiniello Solimene al convegno di Andretta?
Mah….. forse servirà un intervento chiarificatore di De Mita per illuminarci sulla scienza dei due amministratori locali sopracitati?
Ma Antonio Bassolino non è stato invitato a partecipare ad Andretta?

Advertisements

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

6 Responses to “Il PD irpino (e non irpino d’oriente) al lavoro: chi figli e chi figliastri!!!!!!!!!”

  1. Antonio Romano Says:

    Devo rettificare, su invito cortese di Franco Arminio, che la mia frase “Cosa unica che ammiro con sincerità, come mio solito. é chiara la sua collocazione per la questione delle discariche: si alle discariche in Irpinia, no alla discarica sul Formicoso.” non è corretta.
    Giustamente Franco Arminio è contro tutte le discariche in Irpinia e lavora da sempre a difesa del territorio irpino tutto.
    Chiedo scusa al paesologo per la frase forte, ma ricordo a lui e a tutti i miei pochissimi lettori ed amici che amo le provocazioni forti, volendo ogni volta far venire fuori la verità a muso duro. E la provocazione funziona quasi come il piede di porco con le porte da scassinare.
    Antonio Romano
    PS: invito l’amico Arminio a dare diffusione di questa rettifica

  2. Velentina di Roma Says:

    questa volta leggo e condivido il tuo parere e la tua posizione. apprezzo sempre la funzione di megafono delle notizie irpine che permette di sentirmi là, presente e al passo con la cronaca, ma questa volta sono anche allibita, per quello che mi fai leggere: per l’ennesima volta, si verifica l’assunto che ognuno si cura l’orto suo! mi domando: non è che è colpa nostra, della gente dei nostri paesi che non è riuscita a dimostrare mai cura per il proprio territorio e quindi non può pretendere che ne abbiano gli esterni?
    (vedi un piano regolatore che nella nostra città non esiste!!!)

  3. Antonio Romano Says:

    Cosa posso dirti cara Valentina???
    Evidentemente il modello folkfestival non funziona per l’Irpinia e ognuno cura l’orto suo. C’è l’Irpinia d’Oriente e la Valle Ufita, l’arianese e la valle del lauro, l’avellinese e l’alta irpinia. Se legge uno di Milano si mette a ridere che gli viene un ictus! Se sommi le parti si e no arriviamo a 400 mila.
    Dovranno ammettere gli amici altoirpini, che l’accelerazione su Pustarza durante l’emergenza rifiuti è stata dovuta alla connivenza fra Oreste Ciasullo, Giuseppe Solimene, Alberta De Simone, Ciriaco De Mita.
    Il primo ha tradito Savignano e l’Arianese, e gli altri hanno lavorato a difesa dell’Alta Irpinia. Meno male che zio Walter Veltroni da Roma il 20 febbraio 2008 decise di estromette De Mita Ciriaco dal PD per cui li capuzzielli locali sono di colpo diventati orfani. Dopo di che cade la giunta provinciale e alla fine lor signori hanno deciso di scannarsi fra di loro.
    Tentano ancora una difesa giusta del loro territorio, ma senza successo.

  4. Alessandro Ciasullo Says:

    Mio caro amico Antonio,

    Condivido la tua riflessione ed è assai grave che il nostro Presidente Solimine dimentichi di rappresentare non solo l’alta irpinia da sindaco ma anche, e dico soprattutto, la valle dell’ufita ed i comuni dell’arianese. Mi congratulo vivamente con gli amici alti irpini; il campanilismo è sempre motivo di preservazione dalle contaminazioni culturali e subculturali esterne. La cosa che mi disgusta vedere è però l’incapacità di sentirsi parte di una realtà complessa oltre i 25 km quadrati, quasi quella fosse una riserva intoccabile in una realtà territoriale per il resto iper-corruttibile.
    Dove erano i nostri conterranei quando veniva deciso che a Pustarza si sarebbe aperta una nuova discarica? Sia chiaro: “SONO CONTRARISSIMO ALLA DISCARICA SUL FORMICOSO”! In un’ottica di concentrazione numerica; non possono coesistere tre discariche nel medesimo territorio.
    Certamente se la discarica fosse stata soltanto quella di Difesa grande aprirne un’altra sul Formicoso sarebbe stato meno pesante. Del resto, la dimostrazione che sussista una certa difformità di idee, valori, prospettive culturali, potrebbe essere letta come motivo di distanza anche geografica.
    Mi fa male sentire, sinceramente, parlare di Pustarza soltanto adesso che si tenta di far pesare sulla commissione regionale per i rifiuti un eccessivo sfruttamento dei territori irpini.

    Caro amico non te ne sei accorto ma Pustarza è diventata terra d’irpinia magicamente da 3 mesi…

    Hai dimenticato il discorso sulla solidarietà del sindaco di Vallata e sulla necessità che Ariano accogliesse un’altra discarica??? Che risate Antonio caro, Che risate.
    Ad alta voce e da Irpino dico: No al Formicoso!
    Mi sarei aspettato lo stesso atteggiamento da parte di qualche amico altirpino in altre occasioni…

    Fidem qui perdit, perdere ultra nihil potest.

  5. MAURIZIO Says:

    “Cosa unica che ammiro con sincerità, come mio solito. é chiara la sua collocazione per la questione delle discariche: si alle discariche in Irpinia, no alla discarica sul Formicoso.”
    Era una cosa sacrosanta. Che Arminio spieghi perchè questa frase è sbagliata: dov’era lui quando si è deciso di uccidere per la seconda volta ariano? Forse che Ariano non è irpinia?
    ATTENDIAMO SPIEGAZIONI

  6. platone Says:

    Sicure come le tasse e la morte inevitabilmente la discarica si farà……!!!!
    Per la gioia dei cittadini abitanti a napoli e provincia che potranno tranquillamente continuare a buttare la spazzatura per strada!!!
    Ringraziamo il presidente della Regione, il commissario straordinario nominato dal governo Berlusconi e sopratutto i politici locali a cui auguro di sentire nelle giornate di vento di tramontana i profumi della discarica!!
    Viva la democrazia!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: