La Corale Polifonica di Madonna di Fatima alla Messa Internazionale di Lourdes del 6 aprile 2008

Quest’anno per i miei trentatre anni il Signore ha voluto regalarmi la possibilità di andare a Lourdes in pellegrinaggio. Festeggiare i miei 33 anni in concomitanza con il 150 anniversario delle apparizioni della Madonna a Santa Bernardette.

Quando Don Filippo mio cugino ha saputo che suo cugino ex ateo e comunista devoto è andato a Lourdes ha riso per circa mezz’ora. “ tutti qui verrete prima o poi” ha detto in tono quasi minaccioso…. Ma scherzoso.

Abbiamo cantato con la Corale Polifonica di Madonna di Fatima diretta dall’infaticabile maestro Ciasullo alla messa internazionale di domenica 6 aprile 2008, nella Basilica Pio X alla presenza di circa 20 mila persone.

una grande emozione e un grande onore cantare ed essere accompagnati all’organo dal maestro Lecot.

Ma voglio soffermarmi su una foto che ho fatto durante la via crucis che abbiamo fatto con il gruppo di preghiera e con il coro. Come al solito rimango rapito dalla rappresentazione della Crocifissione di Cristo e dal suo profondo significato teologico.

Cristo ed i ladroni. Ho già affrontato la questione in un precedente post dedicato all’opera di De Andrè ispirata ai vangeli apocrifi e che va sotto il nome de “La Buona Novella”.

Ma voglio concentrarmi sulla potente immagine del Cristo circondato dai ladroni.

Cristo è la Verità che non ammette opinioni, è la Verità che libera l’uomo dalle catene dell’esercizio arbitrario della propria libertà. Ed i due ladroni sono il simbolo dell’opportunità concessa all’uomo di credere o di non credere. In fondo la libertà umana si “riduce” a questa opzione. Credere o non credere che Cristo è il Figlio di Dio e che la Resurrezione dal Regno dei Morti rappresenta la certezza della nostra Redenzione. “Basta” credere: abbandonare se stessi alla Grazia delle rivelazione e concedersi al Mistero. Come per i due ladroni, la possibilità della Salvezza sta nell’esercizio della nostra libertà, nella capacità di cogliere in pieno il senso della Totalità delle Cose, nella contemplazione e nella preghiera.

Advertisements

Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: