situazione ad oggi

C’è un clima pesante nel paese. Possiamo dire che non è la Campania la regione dell’emergenza, ma l’Italia la nazione dell’emergenza. Dalla Val di Susa al Veneto, dalla Lombardia alla Sicilia dalla Campania all’Abruzzo non esiste area che non abbia difficoltà. Uno stato federale regionale come vorrebbe essere il nostro dovrebbe essere più efficiente nel risolvere le questioni locali e nel rapportarsi con istituzioni di livello superiore. La nazione è bloccata, la politica non è rappresentativa, il mondo della cultura per violenza non ha nulla da invidiare a Paolo Di Lauro. Siamo in stallo: l’occupazione da parte della politica di ogni aspetto rilevante della società civile ha reso quest’ultima ingessata. L’Italia è per questo una nazione triste stanca depressa. Qua invece si tratta di mettersi a correre per recuperare il ritardo. Dal 1992 non è successo ancora niente che possa far sperare in una rinascita. Non bastano leggi elettorali governi che si sono alternati superpresidenti. Serve la coscienza di una nazione che è da costruire. Sono tentato spesso dall’andarmene, pur di non vedere questo schifo. Ed invece penso di dover rimanere e di invitare molti a tornare, ad inventarsi una vita qua ed ora per avviare un processo lento di mutamento sociale che forse possiamo vedere fra 30 anni. Ma se mai incominciamo mai vedremo questi trent’anni.

Vi consiglio di leggere questo articolo di giornale dedicato al mitico Padre Livio, esempio di come la libera iniziativa delle persone e lo spirito associativo possa aprire le porte a scenari di vita impensabili.

Scarica l’articolo a questo link:

http://antonio.romano75.googlepages.com/padrelivioilgiornale150108.pdf

Penso che le forze per la rinascita di questo paese ci siano. Hanno il pregio di dire cose con forza, per questo hanno tanti nemici. Ma si sa, dire le cose con forza attira l’invidia e la rabbia anche della propria moglie, nel caso in cui da persona debole la donna in questione si renda conto di non poter esercitare un potere che in effetti non ha.

PS: penso che oggi più che mai debba sorgere un nuovo spirito crociato e che la battaglia debba essere impostata contro tutta la cultura neopagana che infesta il nostro tempo e che nulla ha da spartire con lo spirito laico che da sempre l’Europa cerca di darsi. L’Europa è da sempre terra maledetta: prima fa le rivoluzioni in nome della libertà e dell’uguaglianza e poi crea regimi illiberali e dispotici. Francia, Russia, Italia, Germania insegnano. Se penso che sul mio continente sono sorte due guerre mondiali ho poco da stare allegro sul mio essere europeo.

Advertisements

Tags: , , , ,

One Response to “situazione ad oggi”

  1. Anonymous Says:

    Zitto tu, abbiamo messo a tacere il Papa faremo tacere pure te!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: