Il trionfo del laicismo

Visto che le forze della dittatura laicista ha messo a tacere niente poco di meno che Joseph Ratzinger, non oso immaginare oggi come sarà sempre più difficile dirsi cristiani praticanti.

Come se li vedessi già: “Zitto tu, abbiamo messo a tacere il Papa faremo tacere pure te”.

Sorge invece l’esigenza di parlare, di documentarsi, di studiare la Scrittura e di essere sempre più preparati nell’affrontare gli attacchi demoniaci di chi ammette ogni dichiarazione basta che non sia cattolica. Possono parlare culattoni pederasti immoralisti appartenenti alla corrente principale dominante. Essere cristiani non va di moda, diviene pericoloso difendere la propria incolumità fisica e la propria libertà di pensiero. Oggi c’è da vergognarsi di essere italiani, c’è da vergognarsi se come me si è ricevuti una formazione laica e liberale.

Lo scenario è chiaro: oggi più che mai bisogna diventare soldati di Cristo e difendere la libertà con le armi della tolleranza, dell’amore per il prossimo, della compassione per i fratelli e le sorelle che sbagliano, con l’arma della preghiera. Francamente oggi sono stato tentato come San Pietro di afferrare la spada e di tagliare l’orecchio al soldato romano. Ma è chiaro in questo senso l’insegnamento del Maestro. Vi invito leggere Matteo 26,47 e seguenti:

 

Cattura di Gesù

 

Mentre parlava ancora, ecco arrivare Giuda, uno dei Dodici, e con lui una gran folla con spade e bastoni, mandata dai sommi sacerdoti e dagli anziani del popolo. Il traditore aveva dato loro questo segnale dicendo: “Quello che bacerò, è lui; arrestatelo!”. E subito si avvicinò a Gesù e disse: “Salve, Rabbì!”. E lo baciò. E Gesù gli disse: “Amico, per questo sei qui!”. Allora si fecero avanti e misero le mani addosso a Gesù e lo arrestarono. Ed ecco, uno di quelli che erano con Gesù, messa mano alla spada, la estrasse e colpì il servo del sommo sacerdote staccandogli un orecchio. Allora Gesù gli disse: “Rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada. Pensi forse che io non possa pregare il Padre mio, che mi darebbe subito più di dodici legioni di angeli? Ma come allora si adempirebbero le Scritture, secondo le quali così deve avvenire?”

Che dire? Bisogna essere forti e pazienti. E lottare lottare lottare

Caro Papa Ratzinger, pensavi che la tua missione potesse essere semplice su questa terra?

Advertisements

3 Responses to “Il trionfo del laicismo”

  1. Anonymous Says:

    Zitto tu, abbiamo messo a tacere il Papa faremo tacere pure te!
    Cancella questo post che è orrendo!!

  2. Antonio Romano Says:

    Come Volevasi Dimostrare. La codardia degli anonimi! siete senza palle!

  3. giovanni orsogna Says:

    Appello del Card. Ruini… Tutti in piazza S. Pietro per pregare per il Papa e con il Papa
    Una goccia… nel mare della preghiera… per il Papa Benedetto XVI

    Anche dall’Irpinia si eleva una grande rete di solidarietà e di vicinanza al S. Padre Benedetto XVI, pur nella tristezza che gli è stato vietato di essere presente all’Università della Sapienza, tuttavia la sua autorevole ed amicale voce libera, veritiera, autorevole è entrata nel cuore dell’Italia e nel mondo della ricerca e dell’Università.

    Grazie S. Padre, per il coraggio e la forza di testimonaire la verità e la giustizia.

    Pur non potendo essere fisicamente in Piazza S. Pietro, tuttavia insieme ai fratelli e sorelle ammalati, (sette,) eleveremo nel momento di portare la comunione la nostra preghiera e saremo presenti spiritualmente tra i tanti cristiani “liberi” di pregare per il Papa e con il Papa.

    Maria SS.mma assista sempre il Papa nella sua missione apostolica.

    Ariano Irpino, 18 gennaio 2008

    Giovanni Orsogna e i sette fratelli ammalati.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: